Toujours comme Hyères Emo-cronaca di tre giorni francesi tra tavole rotonde e sfilate-party.— Comme toujours Hyères Emo-French chronicle of three days of workshops and fashion show party.

Maxime Rappaz

Quando si mette piede per la prima volta nel giardino di Villa Noailles ci si sente come quando si arriva sulla vetta di una montagna dopo ore di scarpinata: sollevati. Intanto per ragioni prettamente pratiche visto che la villa è arroccata sulle colline di Hyères e per raggiungerla bisogna affrontare un bel po’ di tornanti, oltre che una bella passeggiata dal parcheggio all’entrata. Poi perché il Festival di Moda e Fotografia che vi si tiene ogni anno (questa appena passata era la 27ma edizione) è una boccata d’aria pura da inalare a pieni polmoni dopo un inverno di ovvietà.

La tre giorni francese infatti è ormai un evento consolidato e autorevole da cui sono usciti talenti comeViktor&Rolf e Felipe Oliveira Baptista (che è venuto a dare un’occhiata anche quest’anno), con una giuria di esperti internazionali che per questa edizione era guidata da Yohji Yamamoto per la parte moda e la sponsorizzazione di giganti come LVMH e L’Oréal Professionnel. Ma conserva intatto il suo lato intellettuale e al contempo leggero grazie alla location – nel mezzo della Costa Azzurra tra spiagge affollate di kitesurfers e un clima sempre un po’ hippie-chic – e al connubio con la fotografia, che porta alla villa un programma di incontri ed esposizioni da segnarsi sull’agenda: solo quest’anno c’erano, tra gli altri, due geni della fotografia di moda come Inez van Lamsweerde & Vinoodh Matadin e uno dei maggiori esponenti della (contro)cultura fotografica – scatta ancora in analogico, “maltrattando” poi la pellicola per provocare effetti inaspettati – come Jason Evans, membro anche della giuria.

Le giornaliste e blogger parigine lo sanno e non perdono un appuntamento, noi ci siamo arrivati affascinati ma tutto sommato ignari: poteva andare male male oppure benissimo. Da appassionati ed “esperti” di moda ci siamo trovati a pranzare in terrazzo con un esilissimo Yohji Yamamoto, a chiacchierare con nuovi talenti di cui sicuramente sentiremo parlare ben presto, ad assistere a una sfilata infinita (ma per niente noiosa!) sfociata in una festa con tanto di palloncini e coriandoli. Da inesperti di fotografia siamo rimasti affascinati dalla parlantina inesauribile di Michel Mallard, direttore artistico e fondatore del suo omonimo Studio, che ci ha guidati alla scoperta dei nuovi nomi dell’immagine e del lavoro di Evans.

Un emo-festival per chi l’hai visto e per chi l’ha vissuto da dentro (e magari vinto: vedi il trio eclettico formato dalle finlandesi Siiri RaasakkaTiia Siren e Elina Laitenen che hanno mandato in scena una collezione uomo coloratissima e molto street à la Givenchy con cui hanno conquistato la giuria). Noi, intanto, abbiamo già prenotato l’appartamento per l’anno prossimo…

 

When you set foot for the first time in the garden of Villa Noailles it feels like when you get on top of a mountain after hours of trek: raised. Meanwhile, for practical reasons because the villa is perched on the hills of Hyères and to reach it we must face a lot ‘of bends, as well as a nice walk from the parking lot entrance. Then because of Fashion and Photography Festival that takes place there every year (this was just past the 27th edition) is a breath of fresh air to breathe in the fresh air after a winter of ovvietà.La three days the French fact is now an event Consolidated and influential talents from which they emerged as Viktor & Rolf and Felipe Oliveira Baptista (who came to take a look again this year), with a panel of international experts, which this year was led by Yohji Yamamoto for the fashion and sponsorship of giants like LVMH and L’Oreal Professionnel. But it maintains its intellectual side, yet lightweight due to the location – in the middle of the Côte d’Azur from crowded beaches and a climate of kitesurfers always a bit ‘hippie-chic – and the combination with photography, which leads to the house a program meetings and exhibitions to mark down the agenda: this year alone there were, among others, two genes as a fashion photographer Inez van Lamsweerde & Vinoodh Matadin, and one of the greatest exponents of the (counter) culture of photography – click again to analog , “mistreating” then the film to cause unexpected effects – like Jason Evans, also a member of giuria.Le Parisian journalists and bloggers know this and do not miss an appointment, we got fascinated us, but all in all ignorant: he could get hurt badly or very well . From fans and “experts” fashion we were to dine on the terrace with a Yohji Yamamoto esilissimo, chatting with new talents which will undoubtedly be hearing about very soon, to attend a parade infinite (but not at all boring!) Resulted in a party complete with balloons and confetti. From novice to photography we were fascinated by the endless chatter of Michel Mallard, artistic director and founder of his namesake studio, which has led to the discovery of new names and picture work Evans.Un emo-festival for those who have seen and for those who have lived in (and maybe won: see the eclectic trio formed by the Finnish Siiri Raasakka, Tiia Laitenen Elina Siren and they sent a men’s collection on stage and very colorful street a la Givenchy with whom they have conquered the jury). We, meanwhile, have already booked the apartment for next year

 

Jasmina Barshovi presentation Jasmina Barshovi presentation

Villa NoaillesBackstage Maxime Rappaz

Il pranzo con designer e giuria sulla terrazza

Yohji Yamamoto The ExhibitionYohji Yamamoto The Exhibition nella piscina copertaYohji Yamamoto The Exhibition1Lynsey Peisinger & The Stimuleye

Backstage

Jasmina Barshovi detail

Kim Choong Wilkins 2Kim Choong Wilkins  detail

Kim Choong WilkinsLucas Sponchiado detail

Lucas Sponchiado shoes

Lucas Sponchiado

Lea PeckrDaniel Hurlin

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...